Nella conferenza stampa pre Reggina mister Mimmo Di Carlo ha parlato anche del giovanissimo Mancini, che sta trovando ultimamente qualche minuto in campo: "Nel girone di andata doveva crescere un po’, abituarsi ai ritmi e agli allenamenti della prima squadra. Oggi sta cominciando a fare quel percorso di crescita che ci aspettavamo. Regge l’urto per più tempo ma deve stare sereno e tranquillo, lavorare come sta lavorando e se ci saranno altre occasioni, potrà giocare anche titolare perché il nostro gioco non è basato sul singolo ma sul collettivo. In questo momento comunque Mancini è un giocatore che va considerato di prima squadra e non più della Primavera. Le sue caratteristiche? Fisicamente è molto forte per la sua età, chiaramente in Serie B diventa come molti altri, visto che si confronta con adulti. E’ rapido e veloce nonostante la sua altezza, ha forza. Intuisce dove andrà la palla, ha personalità ed è molto caparbio, un “testone”. Crede nelle cose che fa, però è chiaro che deve crescere, senza avere addosso troppa pressione e aspettativa. Ha tanto per far bene, ma deve ancora cresce. Per quando riguarda le somiglianze, assomiglia fisicamente ad Ibrahimovic, però è ancora presto per accostargli qualche giocatore, visto che il suo percorso di crescita non è ancora completo.

Sezione: Focus / Data: Sab 10 aprile 2021 alle 19:24
Autore: Davide Marchiol
Vedi letture
Print