Marco Baroni, tecnico della Reggina, ha parlato in conferenza stampa a due giorni dalla gara casalinga contro il Vicenza (fonte TuttoReggina): "E' una partita difficile. Loro hanno trovato una quadratura, avevano già passato il periodo negativo, a gennaio ha fatto dei buoni innesti nell'ambito di una rosa già competitiva. Molto passerà dalla nostra prestazione, abbiamo cercato di lavorare nonostante le gare ravvicinate".

Sulla squadra di Di Carlo: "Il Vicenza ha cambiato diversi sistemi di gioco, quello più utilizzato è il 3-4-3, hanno giocato con il 4-4-2, ma conterà il nostro atteggiamento e sapere come comportarci nei singoli momenti della gara. Non dobbiamo sbagliare approccio e prestazione, è un bel test, certamente impegnativo".

Continua Baroni: "Non mi piace cercare alibi sul momento della stagione. E' compito mio e dello staff tenere alta l'attenzione, dobbiamo sempre voler metterci in discussione. Conta la crescita individuale della squadra e provare a superare l'avversaria. E' quello che sto cercando di inculcare nella testa dei calciatori, dobbiamo pensare gara dopo gara, senza guardare oltre. Noi dobbiamo non dire ma fare: c'è una partita complicata e rinnovare in noi stessi questa sfida".

Infermeria quasi vuota: "Abbiamo recuperato Folorunsho, Menez e Denis stanno bene. L'unico in dubbio è Petrelli, per il resto il gruppo sta bene"

Sull'impiego di Folorunsho: "Lui sta molto bene, ha recuperato pienamente. Ma devo anche fare valutazioni sui calciatori che sono stati utilizzati in quel ruolo. Lui è un calciatore che ha dato un contributo importante alla squadra, sarà della partita, resta da vedere se dall'inizio o a partita in corso".

Sull'unica punta: "Montalto e Okwonkwo sono due calciatori con caratteristiche diverse, possono interpretare bene quel ruolo. Ma non dimentichiamoci di German che sta bene. Abbiamo tre calciatori sui quali puntare, chi giocherà farà sicuramente bene".

La Reggina è diventata squadra: "Quando tutta la squadra mette da parte l'ego e si applica nel sacrificio, allora è chiaro che ha intrapreso il percorso per diventare gruppo vero. Dobbiamo lavorare perché deve essere un impegno costante e continuo, bisogna rinnovare ogni giorno certi valori fondamentali, ancor più delle motivazioni".

Conclude Baroni: "Non dobbiamo tracciare bilanci in questo momento, dobbiamo stare attenti e concentrati, la palla è ancora in movimento. La B è una categoria terribile, bastano poche gare per rimettere in discussione tutto. Ci aspetta una partita dove dobbiamo essere molto bravi: il Vicenza è un'avversaria di livello, sono una squadra solida e compatta, è difficile da affrontare".

Sezione: L'avversario / Data: Dom 11 aprile 2021 alle 08:00
Autore: Davide Marchiol
Vedi letture
Print