È un Vicenza che convince decisamente di più rispetto al periodo in cui, tra infortuni e focolaio Covid, il Lane aveva a disposizione pochi uomini e ben poco in forma. Adesso Di Carlo ha tante scelte e la gamba inizia a girare, ma, nonostante questo e il bottino migliorato rispetto all'andata, la classifica continua a preoccupare. Sui Play-Out infatti c'è solo un +1, i berici sono a 27, mentre Brescia e Cremonese, a pari merito al quintultimo posto, sono a 26. La cosa che fa ben sperare è che nello scontro diretto i biancorossi hanno battuto entrambe le compagini. Sicuramente però guardando le ultime prestazioni c'è rabbia per le occasioni buttate via.

Contro la SPAL c'è stato il grave errore dell'arbitro e se n'è già parlato ampiamente e anche troppo. Questo però non deve far dimenticare che il Vicenza ha comunque avuto le palle gol per chiudere un'incredibile rimonta e prendere tre punti che sarebbero stati di platino. Oltre a un Longo opaco, Gori ha avuto due chance colossali davanti alla porta, fallendole entrambe. Bisogna sempre sottolineare la buona volontà, ma sono episodi che pesano e non poco nell'economia di una classifica sempre cortissima. E Jallow? Dopo le belle parole mister Di Carlo lo ha tenuto in dispare. Forse per dargli tempo di metabolizzare e capire dove sta sbagliando, ma sta di fatto che è un po' sparito dai radar.

Forse i tempi iniziano a essere maturi per proporre una coppia Meggiorini-Lanzafame dal primo minuto. L'ex Perugia ha avuto un impatto discreto con la nuova realtà, con un gol e un assist in tre spezzoni e 97 minuti giocati. Ora ha un po' di allenamenti nelle gambe e potrebbe essere responsabilizzato, anche perchè il Vicenza deve iniziare a trovare gol in fretta, perché chi lotta per salvarsi, tranne qualche eccezione, sta correndo forte e potrebbe anche cambiare marcia da un momento all'altro. La qualità che ha a disposizione il Brescia resta indiscutibile, tanto per fare un esempio. Ecco dunque che urge trovare una soluzione e se gli interpreti attuali continuano a deludere è tempo forse di provare qualche novità fin da subito. Mister Mimmo Di Carlo ha esperienza da vendere e sicuramente per il tostissimo match con il Pisa penserà alla soluzione migliore, ma Gori, Longo e Jallow iniziano a preoccupare e chi sa che il tanto criticato Lanzafame non possa dunque essere protagonista.

Sezione: Primo Piano / Data: Mar 23 febbraio 2021 alle 18:58
Autore: Davide Marchiol
Vedi letture
Print