La partita tra Salernitana e Vicenza termina con un pareggio per 1 a 1 con goal di Aye e Giacomelli. Risultato stretto per gli 11 di Di Carlo che hanno dominato il gioco per buona parte della gara, chiudendo i granata nella loro metà campo. Vicenza che si ritrova sotto nei minuti finali, come successo con il Monza, ma questa volta Giacomelli riesce a fare giustizia con un missile dal limite. Punto portato a casa per i veneti e una buonissima prestazione da mettere in cascina. 

Primo tempo con il Vicenza che parte fortissimo e potrebbe sbloccare la gara con Gori. Due occasionissime per il numero 9 biacorosso con due colpi di testa in un minuto. Sul primo si supera Belec che respinge. Nulla avrebbe potuto invece il portiere campano sula secondo ma è la traversa stavolta a tenere il risutato bloccato sullo 0 a 0. Gioca meglio il Vicenza che, tuttavia rischia di andare sotto dopo un rigore regalato ai campani dall'arbitro Camplone per un contatto leggerissimo tra Valentini e Tutino. Lo stesso Tutino si presenta davanti a Grandi ma colpisce la traversa alta. Primo tempo che si conclude quindi con un risultato di parità e l'impressione che il Vicenza possa fare il colpaccio.

Nel secondo tempo il Vicenza ci crede, Di Carlo cambia la coppia d'attacco inserendo Longo e Lanzafame per Meggiogol e Gori, è tuttavia l'entrata di Giacomelli al posto di Vandeputte che cambia completamente la gara, aumentando la pericolosità degli uomini di Di Carlo. La beffa, tuttavia, è dietro l'angolo e a sbloccare la gara, immeritatamente, è la Salernitana con il colpo di testa di Aya, lasciato colpevolmente solo dalla difesa biancorossa. Sembr auna gara simile a quella con il Monza del turno infrasettimanale. Il Vicenza gioca, va sotto nei minuti finali e rimane beffato. Non ci sta invece Giacomelli, che 2' dopo il vantaggio della Salernitana, si inventa un tiro dal limite imparabile per Belec. Pari che viene mantenuto dalle due squadre nei minuti finali senza ulteriori pericoli.

Un pari, quindi, stretto per quanto messo in campo dai veneti che hanno dimostrato una grandissima condizione fisica in un campo difficilissimo, reso impraticabile da 2 giorni di pioggia. Andare sotto contro una grande del campionato cadetto e pareggiarla nel breve giro di boa è, inoltre, sintomo di una grande coesione e di un carattere fuori dal comune. Il Vicenza merita la permanenza in B e giocando così, con questa convinzione e carattere, la strada per l'obiettivo salvezza sembra ampiamente alla portata dei biancorossi

Sezione: Primo Piano / Data: Dom 14 febbraio 2021 alle 08:00
Autore: Diego Cristiani
Vedi letture
Print