Dopo la sconfitta arrivata in extremis contro l’Ascoli per il Pescara c’è la possibilità di rifarsi subito in un altro scontro diretto come quello contro il Vicenza. “Il ko di martedì è stata una brutta botta, il primo tempo non è stato buono, mentre nella ripresa abbiamo meritati più dell’Ascoli, non abbiamo mai rischiato neanche in dieci uomini e mi spiace prendere tre gol con la difesa schierata. Il 4-3-3 contro il Pordenone era andato bene, mentre coi marchigiani no. Tornare al 3-5-2? Drudi è tornato e la sua presenza ci permette di cambiare”. Esordisce così il tecnico abruzzese Gianluca Grassadonia sottolineando poi l’importanza di vincere per risalire da una situazione molto difficile: “Dobbiamo far di più e questo vale per tutti, il nostro percorso è in salita e bisogna alzare il giro del motore e il livello d’attenzione. Mercoledì ci siamo parlati molto, c’era anche il presidente e le sue parole hanno caricato il gruppo ancora di più, ma ora bisogna trasformare tutto questo in campo perché non è ammissibile prendere gol a difesa schierata, gol che hanno vanificato una prestazione di orgoglio. Abbiamo bisogno di vincere e di fare la prestazione. - continua Grassadonia come riporta Pescarasport24.it parlando della squadra – Ceter non ha ancora i 90 minuti nelle gambe e domani deciderò se schierarlo dall’inizio o meno. Tutti si chiedono come facciamo a trovarci in questa situazione con la rosa che abbiamo, anche Di Carlo ne ha parlato in conferenza stampa, e io dico che bisogna dare di più, essere più concentrati e avere più fame di raggiungere la vittoria. Domani m aspetto tanta rabbia agonistica da parte dei miei”.

Sezione: L'avversario / Data: Ven 19 marzo 2021 alle 21:18
Autore: Davide Marchiol
Vedi letture
Print